I nostri corsi

Home » Corsi » PROPOSTE PER IL PROSSIMO ANNO
shape

PROPOSTE PER IL PROSSIMO ANNO

Vieni a vedere se c'è qualcosa che fa al caso tuo o del tuo istituto!

course image

Seguiranno iscrizioni e maggiori dettagli.

Dalla progettazione alla valutazione formativa

Un percorso per affrontare la nuova valutazione

Con l’Ordinanza Ministeriale n. 172 i voti lasciano il posto ai giudizi descrittivi, occorre accompagnare gli studenti e le famiglie in questo passaggio che riporta alla valutazione il suo valore formativo.

Tutto parte da un’attenta progettazione e da pratiche di didattica attiva per permettere agli studenti di essere i veri protagonisti dei processi di apprendimento e ai docenti di monitorarli, valutarli e renderli consapevoli del loro percorso.

Oppi propone un corso rivolto ai docenti per fornire gli strumenti più adeguati per affrontare questo cambiamento. 

Destinatari:

- docenti scuola primaria

Competenze obiettivo:

  • Progettare attività utilizzando metodologie attive ai fini di una valutazione
    - utilizzare gli strumenti per una valutazione formativa;
    - inserire nell’attività didattica pratiche di autovalutazione del lavoro degli studenti;
    - riflettere criticamente sulle proprie pratiche e modificarle secondo i propri obiettivi formativi.
  • Fornire feedback formativi ai propri studenti

Qui maggiori informazioni

Perché la grammatica? Un approccio alternativo all’educazione linguistica

(Per docenti di italiano della scuola secondaria di primo grado)

A volte hai la sensazione che il modello grammaticale che usi sia infruttuoso? I tuoi ragazzi ripetono sempre gli stessi errori? 

Oppi propone un corso di formazione utile a rivedere le proprie pratiche d’aula alla luce di modelli di riflessione sulla lingua alternativi all’approccio della maggior parte dei manuali. 

Lo scopo è di proporre strumenti pratici e utilizzabili da subito in classe per agevolare negli studenti l’acquisizione di competenze di scrittura e di autocorrezione.

Competenza obiettivo

Il corsista ristruttura le proprie pratiche didattiche utilizzando alcuni degli spunti ottenuti durante il corso; seleziona e usa i contenuti grammaticali adeguati allo sviluppo delle competenze comunicative degli studenti.

Qui maggiori informazioni

Criteri e metodi per una didattica interculturale

Fare scuola oggi significa agire in “contesti eterogenei” nei quali la dimensione multiculturale è una costante data non solo dalla presenza di alunni con una storia di migrazione, ma anche dalle significative differenze individuali che connotano sempre e comunque le nostre classi.
Di fronte a questa complessità hanno facile diffusione pseudo-soluzioni semplicistiche, inefficaci e tendenzialmente reazionarie. Per contrastarle, occorre assumere un approccio interculturale che superi la dimensione emergenziale per diventare invece pratica quotidiana del nostro agire in classe, sviluppando una profonda riflessione sul significato sociale della scuola e quindi su quali valori,
contenuti e competenze operare.

Obiettivi e competenze obiettivo
La competenza interculturale può essere definita come la capacità di utilizzare risorse (saperi, abilità, atteggiamenti) in situazioni critiche e complesse e in contesti connotati da differenze e pluralismo culturali.

Il percorso formativo intende quindi aiutare a raggiungere due ordini di obiettivi:

  • potenziare la propria capacità di mediazione didattica:
    • affinare la capacità di analisi e selezione dei nuclei portanti della propria disciplina;
    • individuare le metodologie didattiche che meglio valorizzino la dimensione multiculturale;
    • progettare percorsi didattici curricolari funzionali ad un approccio interculturale;
  • potenziare la propria “sensibilità interculturale”:
    • riflettere sui propri pregiudizi e stereotipi e sulla parzialità dello sguardo sull’Altro;
    • raffinare gli strumenti di lettura delle situazioni di conflitto e di incidenti interculturali;
  • sviluppare la nostra capacità professionale di gestione della classe.

Qui maggiori informazioni

Big History: una grande storia da costruire

(Per Docenti di scuola secondaria)

Viviamo ogni giorno cambiamenti che coinvolgono la vita sociale e la formazione dei giovani e che hanno un enorme impatto sulla loro coscienza e sui loro valori, sull’evoluzione delle identità, delle appartenenze, delle storie personali. L’istituzione scolastica va perdendo peso sociale proprio in un’epoca in cui le nuove generazioni avrebbero più bisogno dei suoi strumenti per interpretare la complessità del mondo contemporaneo. Per affrontare questi profondi cambiamenti la nostra proposta punta a valorizzare la collegialità dei Consigli di Classe delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Pensiamo che una ricerca-formazione condivisa tra insegnanti, studenti e formatori possa ottenere risultati all’altezza di questa sfida.

Competenze obiettivo

  • Progettare e gestire all’interno del C.d.C. un percorso di ricerca pluridisciplinare valorizzandone metodologicamente la dimensione costruttivista.
  • Analizzare la propria disciplina di insegnamento individuando concetti chiave che, intrecciati con quelli delle altre materie del curricolo, concorrono a costruire una visione unitaria dell’universo.Contro derive populiste e sovraniste

Qui maggiori informazioni.

Inclusione... non basta la parola; la progettazione: pensieri e strumenti

(Per Docenti di ogni ordine e grado)

Un percorso rivolto a tutti per mostrare le potenzialità che il Profilo di Funzionamento secondo l’ICF offre ai fini della progettazione degli
interventi educativi individualizzati, dei progetti e percorsi di orientamento, della valutazione di esito, per definire e monitorare percorsi realmente inclusivi.

Qui maggiori informazioni

Il ruolo del middle management nella scuola che cambia

Figure di sistema - Funzioni strumentali - Responsabili di commissioni - Coordinatori di progetto – Coordinatori di classe

Di fronte alla crescente complessità della gestione di una istituzione scolastica, è sempre più necessario integrare in una logica sistemica tutte le figure che, con nomi e ruoli diversi, di fatto svolgono le fondamentali funzioni di middle management o di quadri intermedi. Per svolgere in modo efficace il loro ruolo, collaboratori della dirigenza, coordinatori, responsabili d’area o di progetto e tutte le altre figure intermedie devono attivare numerose competenze trasversali o soft skills (relazionali, organizzative, comunicative, collaborative, valutative e altre ancora) che prescindono dalla loro specifica area di responsabilità e che richiedono un’apposita formazione. Il corso si rivolge a tutti i docenti che ricoprono, o intendono ricoprire, questi ruoli di gestione, organizzazione e coordinamento e ha lo scopo di consolidare e potenziare tutte le competenze necessarie per progettare, attivare e valutare azioni coerenti al proprio ruolo.

Competenza obiettivo
Il percorso formativo intende promuovere l’acquisizione di abilità e conoscenze necessarie per agire la competenza:
“Gestire attività di coordinamento e sviluppo all’interno del proprio istituto in una logica sistemica”.

Qui maggiori informazioni