Organizzazione per la Preparazione Professionale degli Insegnanti


Profilo del formatore

tenuto da
Profilo del formatore

Profilo del Formatore OPPI

 

Il formatore possiede alcune competenze irrinunciabili che, durante il suo lavoro, agisce insieme alle competenze specifiche di ciascuna fase:

  • GESTISCE TUTTO IL CORSO NELLA LOGICA DEL CONTRATTO FORMATIVO
    1. RICONOSCE LA LEADERSHIP FUNZIONALE NEI PROCESSI DEL GRUPPO DI LAVORO E FINALIZZA LE PROPRIE CONDOTTE PER FAVORIRE RELAZIONI E COMPITO
    2. UTILIZZA LE TECNOLOGIE INFORMATICHE E LA RETE COME AMBIENTI E RISORSE PER PROMUOVERE L’APPRENDIMENTO
  • OSSERVA E VALUTA LE PROPRIE CONDOTTE E GLI APPRENDIMENTI SU DI SÉ

 

PROGETTAZIONE
COMPETENZE ABILITA’ CONOSCENZE
  1. ELABORA IL PROGETTO E NE COSTRUISCE L’ARCHITETTURA
  • Calibra il progetto in base ai vincoli ( risorse umane, tempi, budget, setting…) 
  • Definisce il progetto formativo in funzione dei bisogni e degli obiettivi
  • Definisce i contenuti e i metodi dell’intervento formativo
  • Progetta per competenze e definisce il livello da raggiungere  
  • Tartarelli: Il gruppo, OPPI EDIZIONI, Milano,1993,
  • Autori vari, Un modello di formazione, OPPI Documenti, Milano, 1996
  • Teorie e modelli della comunicazione 
  • Teorie e modelli attorno allo sviluppo delle organizzazioni
  • Strumenti della pedagogia contrattuale
  • Elementi di teoria della progettazione formativa
  • Teorie dell’apprendimento ed elementi di epistemologia del costruttivismo
  • Principali riferimenti normativi e legislativi in materia di istruzione e formazione
  • Strumenti e processi formativi promossi dalle tecnologie
  • Metodologie e strategie di gestione d’aula, dei gruppi, ecc.
  • Strumenti di valutazione e autovalutazione
  • Tecniche di costruzione di un questionario
  • LIM e altri strumenti di comunicazione multimediale in presenza
  • Uso di device diversi (PC, netbook, tablet, smartphone…)
  • Caratteristiche della comunicazione interpersonale on line in sincrono e asincrono e dei relativi strumenti (bacheca, forum, chat, mail, sistemi di collaborative learning, ecc.)
  1. ELABORA IL PROGRAMMA IN COERENZA CON LE LINEE DEL PROGETTO
  • Predispone i materiali per il contratto formativo e tutti e gli strumenti che dovrà utilizzare
  • Sceglie e dosa le strategie/metodologie formative adatte in rapporto a competenze da promuovere/ contenuti / tipologia dei formandi e rischi
  • Sceglie gli strumenti informatici funzionali al percorso formativo in presenza 
  1. PROGETTA GRUPPI DI LAVORO 
  • Costruisce gruppi per numero e caratteristiche coerenti con il setting e l’obiettivo di apprendimento
  • Prende cura del setting per il lavoro di gruppo e definisce la durata del lavoro 
  • Elabora compiti coerenti con il contenuto, gli obiettivi, il percorso di formazione 
  1. PROGETTA UN AMBIENTE VIRTUALE PER I CORSI BLENDED 
  • Sceglie l’ambiente più adatto alla gestione del progetto in base al contesto e ai principi di accessibilità e di usabilità
  • Progetta l’ambiente di apprendimento pianificando il percorso e individuando le metodologie più efficaci   
  • Sceglie ed adatta all’ambiente metodologie e tecniche di gestione d’aula quali contratto, esercitazioni, lavoro di gruppo, debrifing, etc…
  • Allestisce l’ambiente con le risorse funzionali e produce materiali atti alla fruizione on line 
EROGAZIONE
  1. GESTISCE L’AULA IN COERENZA CON IL PROGETTO E LA PROGRAMMAZIONE
  • Predispone o riadatta il setting rispetto ai dati di realtà che incontra
  • Utilizza il contratto formativo per attivare la partecipazione e sottolineare la responsabilità di ognuno relativamente agli apprendimenti possibili
  • Accoglie tutte le opinioni espresse, sottolinea ciò che il progetto non può accogliere ed esplicita limiti e responsabilità del ruolo di formatore.
  • Utilizza metodi e strumenti diversificati per la gestione dell’aula 
  • Evita rigorosamente di entrare in conflitto relazionale con singoli corsisti
  • Organizza momenti di riflessione collocandoli ad hoc nel processo
  • Cura la gestione dei tempi per non contrarre analisi, dibattito e spazio per domande
  • Annota interventi/parole chiave in modo da poter valorizzare tutti i contributi dei partecipanti.
  1. GESTISCE L’AULA COERENTEMENTE CON PRINCIPI E VALORI DELL’INTERCULTURALITÀ
  • Riconosce nel linguaggio, nelle pratiche e nei presupposti di valore i tratti culturali presenti
  • Gestisce eventuali conflitti interculturali nel rispetto e nella valorizzazione delle diversità  
  1. GESTISCE UN’AULA VIRTUALE PER CORSI BLENDED 
  • Utilizza le tecniche di gestione d’aula adeguate all’ambiente on line.  
  • Conserva e utilizza nel percorso quanto realizzato dai corsisti. 
  • Adotta accorgimenti e tecniche necessarie a garantire un flusso comunicativo efficace. 
  • Fornisce supporto organizzativo, metodologico e tecnico, monitorando il processo formativo

 

  • LIM e altri strumenti di comunicazione multimediale in presenza
  • Uso di device diversi (PC, netbook, tablet, smartphone…)
  • Caratteristiche della comunicazione interpersonale on line in sincrono e asincrono e dei relativi strumenti (bacheca, forum, chat, mail, sistemi di collaborative learning ,ecc.)
  • RIPROGETTA IN ITINERE IL PERCORSO FORMATIVO
  • Se necessario riprogramma le attività formative mantenendo la coerenza rispetto a metodo, obiettivi ed elementi del contratto formativo
VALUTAZIONE
  1. PROGETTA E REALIZZA STRUMENTI DI VALUTAZIONE DI PROCESSO E DI PRODOTTO 
  • Definisce i criteri di valutazione e li comunica ai corsisti
  • Progetta il processo di valutazione 
  • Costruisce strumenti di valutazione che rendano protagonisti i corsisti
  • Individua compiti significativi per valutare le competenze in uscita
  1. AGISCE INTERVENTI VALUTATIVI DURANTE TUTTO IL PERCORSO 
  • Sollecita e permette la valutazione da parte dei corsisti 
  • Attiva e sostiene il processo di autovalutazione dei corsisti 
  • Utilizza costantemente strumenti di autovalutazione

 

Condividi:

Pin It

iscriviti alla newsletter