Organizzazione per la Preparazione Professionale degli Insegnanti


INCONTRI FORMATIVI Gennaio – Marzo 2018

INCONTRI FORMATIVI Gennaio – Marzo 2018

Gennaio – Marzo 2018

Incontri su alcune delle tematiche su cui si sviluppa la nostra nostra ricerca-azione e la nostra attività di formazione.

Di seguito l’elenco con gli approfondimenti – Cliccare sul titolo per espandere la descrizione

 

Giocare con la lingua italiana nella scuola di base

Giocare con la lingua italiana nella scuola di base

La costruzione di un progetto didattico per l’arricchimento lessicale (Per insegnanti della scuola di base)

”… il ruolo probabilmente più significativo della riflessione sulla lingua è quello metacognitivo: la riflessione concorre infatti a sviluppare le capacità di categorizzare, di connettere, di analizzare, di indurre e dedurre, utilizzando di fatto un metodo scientifico. La riflessione sulla lingua riguarda anche il lessico, di cui verranno esplorate e definite le caratteristiche fondamentali, come le relazioni di significato e i meccanismi di formazione delle parole.” Questo estratto delle Indicazioni Nazionali mette in rilievo l’importanza dell’arricchimento del lessico nella scuola di base, spesso però si dedica allo sviluppo di questa competenza un intervento occasionale senza strutturare un percorso sistematico. Per molti insegnanti è necessario scoprire o ri-scoprire una progettazione didattica che costruisca un percorso dipanato nel tempo scolastico affrontando le molte facce contenute nel mondo delle parole. In questo pomeriggio di formazione i docenti dei vari ordini di scuola saranno guidati a progettare l’articolazione didattica delle attività finalizzate all’arricchimento lessicale. La stessa tematica può essere affrontata in forma più ampia come corso di formazione presso le scuole.

Scarica il volantino Iscriviti! 

Sviluppare competenze con metodologie attive

Sviluppare competenze con metodologie attive

(per docenti di Scuola Secondaria 1° e 2°grado)

Perché lavorare per competenze?

Che relazione c’è tra competenze e metodologie attive?

Quale metodologia per quale competenza?

Tra teoria ed esercitazioni si esplorerà la relazione tra competenze e metodologie attive nel lavoro in classe. Inizialmente il corso preciserà il termine “competenza”, fornendo una definizione semplice e subito utilizzabile; si chiarirà poi la differenza tra competenze disciplinari e trasversali. Infine si farà pratica di alcune metodologie attive, analizzandone le peculiarità, le potenzialità e i limiti. L’obiettivo sarà fornire suggerimenti di facile utilizzo per la propria pratica d’aula.

Scarica il volantino Iscriviti!

L'ICF e la progettazione dell'inclusione scolastica dopo il DL 66

L’ICF e la progettazione dell’inclusione scolastica dopo il DL 66

(per docenti e dirigenti di Scuola Primaria e Secondaria di 1° e 2°grado)

“Ma tu zoppichi!” “Sì, ma solo quando cammino!!” Cosa cambia nella cultura e nell’operatività dei docenti? I due incontri vogliono essere spazi aperti alla raccolta delle domande dei docenti, all’elaborazione delle risposte possibili e all’esplorazione, in un’ottica anche operativa, delle problematiche di fondo che il DL 66 sembra porre: ✓ come si inserisce il DL 66 nella cornice della L. 107? ✓ la proposta d’uso dell’ICF vale solo per i “disabili” certificati? ✓ queste proposte riguardano solo gli insegnanti di sostegno? ✓ si tratta di attendere indicazioni operative? ✓ attendere nuovi modelli e nuovi formati per programmare inclusione? ✓ cos’è un “profilo di funzionamento?

Scarica il volantino Iscriviti!

Organizzare open day efficaci

Organizzare open day efficaci

Far conoscere il proprio Istituto ai nuovi studenti e ai loro genitori è una delle cose importanti che ogni scuola deve fare. La scadenza dell’open day può diventare anche occasione di una più precisa definizione dell’identità del proprio Istituto e di miglioramento dell’offerta formativa. La proposta formativa è rivolta a tutti i Docenti e in particolare ai responsabili di questa attività.

Scarica il volantino Iscriviti!

Filosofare con i bambini

Proposta formativa

Filosofare con i bambini

(Per Insegnanti di Scuola dell’infanzia, primaria, media)

 

Da molti anni, in parti diverse del mondo, si assiste all’uscita della filosofia dai luoghi tradizionali (licei, università, ecc.) e il suo ingresso in luoghi inediti. Uno di questi luoghi è la scuola di base: infanzia, primaria e media. Obiettivo dell’incontro è sperimentare la possibilità di questa uscita dai luoghi tradizionali e il peculiare approccio dei formatori alla pratica filosofica con i bambini. Affinità e differenze rispetto ad altre proposte, quali la Philosophy for Children o altre esperienze italiane, saranno tematizzate ed esplorate a partire da esempi concreti. La sfida è filosofare con la testa ma pure con le mani, intessendo un dialogo interculturale tra filosofia (Dewey, Lipman, Brenifier) e pedagogia (Montessori, Malaguzzi) come pure tra le intelligenze multiple di ciascun partecipante.

Scarica il volantino Iscriviti! 

Giochi per sviluppare le funzioni esecutive

Proposta formativa

Giochi per sviluppare le funzioni esecutive legate all’apprendimento

(per Insegnanti della scuola dell’infanzia e primaria)

 

In questo pomeriggio di formazione ai docenti della scuola dell’infanzia e primaria saranno presentati giochi e strategie per aumentare o migliorare le funzioni esecutive sottostanti i processi di attenzione, memoria, autocontrollo, organizzazione e progettazione. Promuovendo nei docenti la capacità di leggere le caratteristiche degli alunni ed intervenire per aumentarne le competenze esecutive. I docenti impareranno inoltre a costruire giochi che servono per sviluppare le competenze necessarie al processo di apprendimento. La stessa tematica potrà essere affrontata in forma più ampia come corso di formazione sia presso OPPI, sia presso le scuole.

Scarica il volantino Iscrizioni chiuse

La gestione degli alunni oppositivi

Pomeriggio di formazione

La gestione degli alunni oppositivi

(per insegnanti del primo ciclo)

Negli ultimi anni gli istituti comprensivi si trovano a dover affrontare diverse sfide professionali, fra le altre, anche la gestione di alunni particolarmente oppositivi e provocatori. In questo pomeriggio i docenti dei diversi ordini di scuola saranno guidati ad analizzare i comportamenti oppositivi e ad individuare strategie efficaci per affrontare queste situazioni, migliorando la relazione individuale e di classe.

Scarica il volantino Iscrizioni chiuse 

Metodologie didattiche della comunicazione scientifica

Pomeriggio di formazione

Metodologie didattiche della Comunicazione Scientifica

(Per insegnanti della scuola dell’obbligo – area scientifico-tecnologica)

La comunicazione scientifica è una disciplina ancora poco diffusa in Italia. Nasce in epoca moderna dall’incontro tra il bisogno dei sapienti di comunicare con il bisogno dei non sapienti di sapere. Comprendere come tale dialogo sia reso possibile dall’innovazione tecnologica e che tipo d’influenza, nel suo insieme e attraverso i diversi strumenti mediali, ha sulla società, rappresenta un interrogativo la cui rilevanza è aumentata nel tempo con l’aumentare stesso della presenza massmediatica nella nostra vita. Visto da questa prospettiva, il processo di insegnamento/apprendimento in ambito scientifico necessita di un approccio esplorativo di esperienza, linguaggio e conoscenza rappresentativa.

Scarica volantino Iscriviti! 

L’informatica e il pensiero computazionale: competenze trasversali nella scuola

Laboratorio formativo

L’informatica e il pensiero computazionale: competenze trasversali nella scuola

(per docenti di ogni materia e grado, anche senza formazione specifica in informatica)

L’informatica a scuola spesso si limita all’uso di computer, tablet e programmi applicativi. Ma il contributo culturale più significativo che ci offre l’informatica è il “pensiero computazionale”, ovvero l’insieme dei processi mentali che mette in atto un informatico nella sua tipica attività di problem solving. Si tratta di competenze trasversali, utili e declinabili in tutti gli ambiti disciplinari: formulare i problemi in modo che possano essere risolti in maniera automatica da agenti autonomi, organizzare e analizzare logicamente le informazioni,
rappresentarle attraverso modelli e astrazioni, automatizzare lo svolgimento di compiti tramite sequenze di passi ordinati, generalizzare e trasferire processi risolutivi a una grande varietà di situazioni diverse.

Scarica volantino Iscriviti! 

 

 

Condividi:

Pin It

iscriviti alla newsletter